LA "MIA" PAROLA DI SPERANZA DEL GIORNO

«Non è qui. E' risorto!»

lunedì 29 novembre 2010

2

Marachella... in compagnia!


Una mamma di preoccupò di fondare le basi della vita morale del suo bambino, approfittando della "sparizione" di alcuni dolci conservati nella credenza del salotto.
"Lo sapevi che quando hai rubato la tortina, Dio era lì con te, anche se io non vedevo?".
"Certo" fece il bambino annuendo vigorosamente.
Ma i dolci continuarono a sparire.
Pazientemente la mamma riprese: "Lo sapevi che in quel momento Dio ti vedeva?".
"Certo".
"E che cosa pensi che ti abbia detto, mentre tu rubavi i dolci?".
 "Mi ha detto: Qui ci siamo soltanto io e te, prendine due!".

Aveva ragione il bambino, naturalmente. Dio non fa la guardia a niente, neanche ai cimiteri dove molti lo hanno relegato. E dovendo scegliere tra i  biscotti e me, senza ombra di dubbio Dio sceglie me.
Quante "maschere" vengono affibbiate a Dio da educatori pieni di buona volontà? Chi in seguito libererà i bambini di immagini di un Dio "guardone", giudice terribile o Babbo Natale? 

2 commenti:

don Luca Peyron ha detto...

Bella, bella davvero... un Dio complice...

Shalla-là ha detto...

...si, anche a me ha colpito questo aspetto!

Grazie don Luca, è sempre un piacere sapere che vieni a "trovarmi" ogni tanto qui sul blog! :-))