LA "MIA" PAROLA DI SPERANZA DEL GIORNO

«Non è qui. E' risorto!»

sabato 5 dicembre 2009

4

L'intelletto delle viscere

A Madre Teresa di Calcutta, dicono un giorno:
"Ci devi parlare della fame!"

E lei, molto saggiamente, risponde:"Io vi parlerò della fame, però voi, prima, dovete stare ventiquattr'ore senza mangiare! Perchè la fame non si coglie con il cervello!

Se io ti parlo della fame e hai la pancia piena, non percepisci, perchè la fame si percepisce ad un altro livello, nelle viscere".


4 commenti:

isabella ha detto...

molto azzeccato il titolo...è proprio vero che non avendo vissuto le situazioni sulla propria pelle, possiamo fare tante belle parole, ma non capire!
attraverso le viscere possiamo comprendere in modo molto più profondo, coinvolgendo tutti i nostri sensi!

don Mario Aversano ha detto...

Intelletto delle viscere!! Anche io sono ammirato dal titolo del tuo post!

Shalla-là ha detto...

;-)

Anonimo ha detto...

Gv parla di Dio essenzialmente come LOGOS e AGAPE... e, nell'AT, uno dei grandi attributi di Dio sono le sue VISCERE di misericordia...
Direi quindi che il tuo "intelletto delle viscere" è quanto mai biblico, brava!

fra Iuri